Strategie digitali immobiliariSi è svolto Mercoledì 22 Marzo 2017, presso il MiCo di Milano la seconda edizione del Forum Economia Digitale.

L’evento organizzato da Confindustria in collaborazione con Facebook, ha visto la partecipazione di molti personaggi di spicco. Figure rilevanti nel mondo del web del calibro di Luca Colombo Country Manager Facebook Italia ed Enrico Cereda Presidente ed AD di IBM Italia.

Ero presente personalmente per raccogliere dati ed informazioni utili in ambito web, da adottare nel settore real estate. Ci sono stati diversi spunti preziosi in ottica web marketing immobiliare ed ho deciso di condividerli con te.

Gli interventi più significativi

E’ stato compito di Marco Gay Presidente dei Giovani Confindustria aprire il FED 2017. Durante il suo discorso è emerso che l’economia digitale può contribuire a far aumentare le entrate delle imprese di  110 miliardi nei prossimi cinque anni.

Reputo la sua analisi corretta e completamente applicabile al settore real estate. Ho sempre affermato come le strategie digitali immobiliari rappresentano lo strumento migliore per incrementare le vendite ed il fatturato.

Più di uno spunto interessante è partito da Laurent Solly Direttore Facebook del Sud Europa. Solly ha stimato il numero di interazioni mobile pari a 30 miliardi al giorno in tutto il mondo.

Un numero pazzesco che conferma l’importanza crescente della considerazione dei dispositivi mobile anche in ottica di mobile marketing immobiliare.

Inoltre Solly sottolinea il cambiamento del modo di comunicare e di condivisione dei contenuti. Infatti ben il 75% dei dati mobile in futuro sarà sotto forma di video.  Questi dati rispecchiamo l’affermazione di strumenti come il video marketing immobiliare e di strategie affini come le visite virtuali.

Un’analisi attenta sulla situazione in Italia è stata fornita da Angelo Trocchia Presidente ed AD di Unilever. In particolare si è soffermato sulla scarsa competitività in termini digitali delle PMI.




Inoltre ha voluto focalizzare l’attenzione sulla necessità di incrementare il loro processo di digitalizzazione.

Stato di fatto che trova riscontro anche per le PMI che operano nel settore immobiliare. Infatti sono oltre il 50% le attività operanti nel real estate che non adottano una vera e propria strategia digitale. Inoltre lo stesso numero di imprese immobiliari non sfruttano ancora pienamente i vantaggi offerti dal web.

Il fulcro di quella che considero una giornata di alta formazione ritengo sia stato l’intervento di Enrico Cereda. Ha infatti perfettamente inquadrato la situazione attuale riguardo l’importanza che ricopre il web per le imprese non solo immobiliari.

Cereda ha affermato che non esisteranno più imprese digitalizzate e non, ma solo imprese che sono ancora sul mercato ed altre fuori o addirittura morte a causa del digital gap.

L’importanza delle strategie digitali immobiliari

Ragionando bene è quello che sta accadendo nel settore immobiliare da almeno un paio di anni. L’avvento dei social network abbinato alla continua nascita di nuovi strumenti di marketing on line ha sancito l’inizio del digital gap in ambito real estate.

Solamente le attività immobiliari che già oggi sanno cogliere le opportunità offerte da internet riusciranno non solo a sopravvivere ma anche a migliorare i propri numeri relativi alle vendite ed al proprio fatturato.

Cosa ne pensi del digital gap nel settore immobiliare? Lo reputi un fattore chiave nel differenziare e selezionare le agenzie presenti sul mercato? Sono desideroso di conoscere la tua opinione a riguardo. Puoi scriverla nel box commenti che trovi qui sotto.

 

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Ricevi gratuitamente i suggerimenti di web marketing immobiliare (max 1 e-mail a settimana).
FED 2017 e strategie digitali immobiliari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni